Massimizzare l’uso, il recupero e il riutilizzo delle fibre

Massimizzare l’uso, il recupero e il riutilizzo delle fibre
Miglioriamo continuamente i rendimenti delle fibre nuove, ma anche la nostra capacità ed efficienza nel riutilizzo delle fibre, per creare prodotti di alta qualità utilizzando meno risorse naturali.

Il mercato delle fibre recuperate è solido e si prevede che crescerà del 35% tra il 2008 e il 2018. A muovere questo mercato non sono i mandati governativi, ma è l’economia. In molti prodotti, la fibra recuperata può essere un’alternativa a basso costo alla fibra di legno nuova. Oggi, ben oltre la metà della fibra utilizzata per la produzione di documenti in tutto il mondo è fibra recuperata.

Poiché ha chiaramente un senso dal punto di vista economico, il recupero della carta fa registrare tassi elevati: a livello mondiale viene recuperato circa il 55% della carta e alcuni Paesi hanno tassi di recupero significativamente superiori (Europa 71%, Giappone 70% e Stati Uniti 64%). Per contro, l’EPA afferma che negli Stati Uniti il tasso di recupero delle materie plastiche è solo del 9% e quello dei componenti elettronici è del 25%.


Il recupero delle fibre di legno negli Stati Uniti è un’importante storia di successo ambientale. I nostri team addetti al sourcing e al riciclo delle fibre portano avanti tale successo lavorando con generatori e fornitori per individuare e acquisire nuove fonti di materiali riciclabili.


Oltre a quelli economici, il recupero delle fibre di legno dal flusso dei rifiuti presenta altri tre importanti vantaggi. Il primo consiste nel fatto di fornire una materia prima cruciale per prodotti utili e necessari in zone che non hanno un’immediata disponibilità di legno gestito in modo sostenibile, come molte parti dell’Asia.

In secondo luogo, il recupero evita che la fibra di legno finisca nelle discariche, prolungando la durata di queste ultime. Evita inoltre la produzione di un potente gas serra, il metano, che di norma si forma durante la decomposizione della carta in discarica quando essa avviene senza ossigeno. (La decomposizione della carta in presenza di ossigeno genera CO2, ma non metano.)

In terzo luogo, recuperare la fibra significa riutilizzarla. E quando il riutilizzo avviene con efficienza in condizioni dettate dal mercato, ha perfettamente senso sia dal punto di vista ambientale che da quello economico.

Riciclo e tendenze generali

International Paper è il più grande utilizzatore di fibra di legno al mondo. Le accurate pratiche di gestione adottate dai nostri fornitori ci garantiscono una fornitura di legno sana e costante e, in più, utilizziamo la fibra recuperata. Negli Stati Uniti, ogni anno recuperiamo, lavoriamo o agevoliamo la vendita di oltre 6 milioni di tonnellate di fibra recuperata e questo ci rende uno dei maggiori riciclatori di carta del Paese.

ip-keyart-RecycleSymbol_RGB

Recycling

Obiettivo Vision 2020

Progresso: aumento del 50% nel recupero degli OCC

Obiettivo dichiarato: aumentare del 15% il recupero degli imballaggi in cartone ondulato (OCC) esplorando nuove fonti ed evitando che la fibra utilizzabile finisca nelle discariche